Babywearing: arriva il salone dedicato al bambino e all’arte del portare in fascia!

FESTA SALTATA: solo Pranzo in Agriturismo
17 Gennaio, 2020
TUTTO SALTATO SINO A DATA DA DEFINIRE – Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna
21 Gennaio, 2020

Babywearing: arriva il salone dedicato al bambino e all’arte del portare in fascia!

Altro

1 Febbraio, 2020 9:00 am - 7:30 pm

Fiera Millenaria di Gonzaga

Viale Fiera Millenaria, 13

03761501312

Age Range

da 0 a 99 anni

Sabato 1 e domenica 2 febbraio 2020 i padiglioni della Fiera Millenaria di Gonzaga (MN)

ospitano il Salone dedicato al Babywearing e al bambino!

Il Salone del Babywearing e del bambino

Quali sono gli effetti benefici del Babywearing? Temperatura corporea costante, miglior ritmo cardiaco e respiratorio, significativa riduzione delle infezioni gastrointestinali. Il Babywearing è adottato da secoli dalle donne del terzo mondo, e sempre più diffuso e praticato anche nel nostro paese. La richiesta di informazioni – teoriche e pratiche – sulla continuità del legame madre-bambino, sulle legature e sulla scelta del supporto più idoneo è diventata tale da portare alla nascita di un Salone dedicato, che quest’anno gunge alla sua seconda edizione.

Salone dedicato al Babywearing e al bambino 2020

Il Salone dedicato al Babywearing e al bambino torna presso i padiglioni della Fiera Millenaria di Gonzaga (MN) sabato 1 e domenica 2 febbraio 2020. Spazio non solo a fasce e marsupi di ogni tipo, ma anche a workshop, incontri informativi e conferenze: numerosi appuntamenti pensati per approfondire tematiche legate all’arte del portare, all’allattamento, al parto, al sonno, al gioco dei piccoli e tanto altro.

 Il Salone del Babywearing e del Bambino, organizzato da Gioia Baby, rappresenta oggi in Italia una delle poche occasioni di incontro e confronto tra esperienze di genitorialità ad alto contatto. Con i suoi numerosi espositori, anche dall’estero, che propongono il meglio dell’offerta dedicata alla pratica della “canguroterapia” o “marsupioterapia” sui 1.200 metri quadri dei padiglioni fieristici di Gonzaga, in provincia di Mantova, situati vicino all’accesso dell’autostrada e al crocevia di varie importanti province, costituisce un’occasione – l’unica indoor di questo genere nella penisola – da non perdere.

Gli eventi

Incontri informativi per mamme e papà, oltre che per professionisti del settore – come consulenti e istruttrici – conferenze, workshop, dimostrazioni pratiche e tante attività di condivisione e crescita per le mamme e i loro bambini, come Biodanza in fascia e danza cuore a cuore, musica in culla, Kangatraining.

Il Salone del Babywearing e del bambino fornisce numerosi spunti con appuntamenti come “Il segreto di un parto facile e di un allattamento felice”, a cura di Francesca Alberti, IBCLC e Doula, presidente Innecesareo, oppure “Cuori in fascia: dalla marsupioterapia al babywearing: benefici, emozioni ed esperienze delle mamme di bambini prematuri che portano”, a cura di Babywearing Italia con Ilaria Cinefra fondatrice, presidente e consulente, Mara Scattolo, consulente BWI e mamme della Terapia Intensiva Neonatale, oppure o, ancora, approfondimenti pratici come quelli legati ai pannolini lavabili o agli incontri con la psicoterapeuta famigliare dottoressa Francesca Bonfatti.

Non mancheranno appuntamenti di rilevanza educativa e pedagogica, come quello con l’autrice specializzata nelle tematiche dedicate al bambino Giorgia Cozza, dal titolo “Coccole, latte e fiabe per crescere felici”.

Nell’ambito del Salone del Babywearing e del bambino sarà possibile provare, sperimentare e scegliere i supporti più adatti a soddisfare le varie esigenze, per favorire l’esperienza “cuore a cuore” della comunicazione affettiva col proprio bambino, andando così a generare sensazioni di apertura e fiducia, affinché il neonato si sviluppi e diventi un adulto sano ed equilibrato.

E poi abbigliamento in cotone organico, ipoallergenico ed ecosostenibile, con proprietà antistatiche, pensato per le delicate pelli dei neonati e per chi soffre di allergia, marsupi e fasce porta bebè di ogni tipo – come quelle in ramiè o fibra di ortica – soffici e flessibili ma resistenti come il lino.

Oltre a giochi montessoriani, in legno, sicuri, versatili e divertenti, utili per allenare equilibrio e motricità del bambino e, allo stesso tempo, insegnargli l’importanza dell’attenzione per l’ambiente. E, ancora, mei tai e accessori – scialli e sciarpe scaldacollo – con stoffe jacquard e ad armatura diagonale e tanto altro. Come un’intera area per allattare in tranquillità o scaldare il biberon mentre si ascoltano gli interessanti consigli di associazioni di ostetriche e consulenti della Scuola del Portare®.

“Il successo della prima edizione del Salone ci ha incoraggiate a investire nuovamente in questa esperienza, che può arricchire grandemente chi si avvicina alla pratica del portare ed è interessato ad approfondirla” spiega Carlotta Casacci, consulente certificata della Scuola del Portare®.

“Il Salone era una sfida e abbiamo deciso di accettarla nuovamente per proporre alle mamme e non solo le ultime novità del settore e tutti i materiali relativi alla pratica del portare” prosegue Zuhal Kaykac Messora, anche lei consulente del portare certificata e titolare dell’e-commerce Gioia Baby.

Partner della manifestazione sono: Gioia Baby, Neko Slings e Boba.

Perché il Babywearing

Il Babywearing nasce dall’istinto di accogliere un bisogno dei neonati, affinchè le esperienze di calore, contatto e protezione della vita prenatale trovino una continuità anche dopo il parto. “Indossare” il proprio bambino è una pratica antica: adottata da secoli dalle donne di tutto il mondo, si adatta perfettamente alle esigenze delle mamme moderne favorendo non solo la libertà di movimento e il benessere della schiena, ma anche l’allattamento al seno, una riduzione significativa delle infezioni gastrointestinali e il mantenimento di una temperatura corporea costante. Il “Babywearing” è sempre più diffuso e praticato anche nel nostro Paese.

INFORMAZIONI UTILI:

Orari per il pubblico: sabato dalle 10.30 alle 19.30 e domenica dalle 9.00 alle 19.00.

Biglietti: intero 3 €. Omaggio fino ai 12 anni.

Per chi arriva da lontano è presente un’area dove parcheggiare camper e auto, ad accesso libero e gratuito, notte e giorno.