SMArt Summer 2022: visite guidate ai Musei e alle Collezioni dell’Università di Bologna

LE MILLE E UNA NOTTE Family Pic Nic alla Rocchetta Mattei
Luglio 31, 2022
Esploratori del mondo: Mattinate di percorsi tematici, storie, giochi ed esplorazioni nel Parco del Corno alle Scale
Luglio 31, 2022

SMArt Summer 2022: visite guidate ai Musei e alle Collezioni dell’Università di Bologna

Altro

Inizio tra 6 Ore, 26 Minuti

Agosto 13, 2022 10:00 am - 7:30 pm

Più informazioni

  • Agosto 13, 2022
  • Agosto 14, 2022
  • Agosto 20, 2022
  • Agosto 21, 2022
  • Agosto 27, 2022
  • Agosto 28, 2022

MUSEO GEOLOGICO “GIOVANNI CAPELLINI”

0512099610

Age Range

dai 2 anni in su

  • Costo

    6€ a partecipante (esclusi i bambini da 0 a 6 anni per attività non espressamente dedicate a queste fasce di età)

Nell’ambito della rassegna estiva SMArt Summer 2022, il Sistema Museale di Ateneo presenta l’offerta di visite guidate ai Musei e alle Collezioni dell’Università di Bologna.

Le visite guidate sono su prenotazione e hanno un costo di 6€ a partecipante (esclusi i bambini da 0 a 6 anni per attività non espressamente dedicate a queste fasce di età), oltre al biglietto di ingresso al Museo per le sedi a pagamento: Museo di Palazzo Poggi, Museo Europeo degli Studenti – MEUS, Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini”. SMA riserva la gratuità per le cittadine e i cittadini ucraini.

MUSEO DI PALAZZO POGGI

IMMAGINI DAL GIAPPONE TRA STAMPE, LIBRI ILLUSTRATI E OGGETTI DI VITA QUOTIDIANA

Il Museo di Palazzo Poggi ospita due importanti collezioni dedicate all’arte dell’Estremo Oriente, quella di xilografie giapponesi della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e quella di stampe, pitture, libri e oggetti del Centro Studi d’Arte Estremo-Orientale (CSAEO). Accompagnati dagli esperti del CSAEO, sarà possibile conoscere e apprezzare la selezione esposta di xilografie dell’Ukiyo-e (“immagini del mondo fluttuante”) che costituiscono un unicum nel panorama dell’arte mondiale. Esse presentano due caratteristiche apparentemente contraddittorie: una produzione di massa, con tirature anche di migliaia di copie, e un altissimo livello qualitativo. Accanto ad esse, verranno mostrati libri illustrati e oggetti di uso quotidiano, caratterizzati da uno spiccato senso estetico tipico della cultura giapponese.

SEDE: Museo di Palazzo Poggi -Via Zamboni, 33 – 40126 Bologna

DATE:

 

PER MIA DILIGENZA, ET INDUSTRIA. ALDROVANDI PROTOMEDICO E LA DISPUTA CON GLI SPEZIALI

Una visita guidata alla scoperta di un aspetto meno noto dell’intensa attività di Ulisse Aldrovandi, quella che lo vede impegnato, con spirito combattivo, nel controllo dei molteplici e ai nostri occhi inaspettati ingredienti della Teriaca, antico farmaco considerato un elisir dalle miracolose virtù. La visita prosegue nelle sale dedicate all’anatomia e all’ostetricia, dove nel Settecento la cura della salute pubblica ha trovato in papa Benedetto XIV il proprio paladino. 

SEDE: Museo di Palazzo Poggi -Via Zamboni, 33 – 40126 Bologna

DATE:

Attività nell’ambito di Aldrovandi 500.

 

TAKE A WALK ON THE WISE SIDE

A fascinating stroll through the eighteenth-century laboratories of the Institute of Sciences and Arts of Bologna: let us introduce you to our collections of anatomical waxworks and obstetrics clay models, maps and terrestrial globes, ship models, electrical physics instruments and the “theater of nature” by Ulisse Aldrovandi, the father of modern Natural History, whose five hundredth anniversary we are celebrating this year. 

SEDE: Museo di Palazzo Poggi -Via Zamboni, 33 – 40126 Bologna

SCHEDULE:

 

500 ANNI DI GEOLOGIA

Sapevate che la parola ‘geologia’ è stata pronunciata per la prima volta nella storia proprio a Bologna da Ulisse Aldrovandi?

In occasione del V centenario della nascita del naturalista bolognese, vi diamo appuntamento al Museo di Palazzo Poggi, dove visiteremo le antiche collezioni geo-paleontologiche aldrovandiane. Ci sposteremo in seguito alla Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini”, dove ci troveremo immersi tra le migliaia di fossili di un moderno museo scientifico.

SEDE: Museo di Palazzo Poggi e Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini”

TIPOLOGIA: visita guidata per adulti e famiglie con bambini dagli 8 anni in su

DATE:

  Attività nell’ambito di Aldrovandi 500.

 

MUSEO EUROPEO DEGLI STUDENTI – MEUS

MIX AL MEUS

Avete mai provato l’applicazione Museum-Mix? Mix, ovvero Museum Interaction Experience, è una piattaforma digitale per la valorizzazione del patrimonio culturale. Vi aspettiamo per fruire dei contenuti relativi al MEUS, primo e unico museo al mondo sulla storia degli studenti.

SEDE: Museo Europeo degli Studenti – MEUS – Via Zamboni, 33 – 40126 Bologna

TIPOLOGIA: visita guidata digitale

NOTE: visita sempre disponibile durante gli orari di apertura del Museo Da martedì a venerdì: 10.00 – 16.00 Sabato, domenica e festivi: 10.00 – 18.00

 

MUSEO DELLA SPECOLA 

VISITA GUIDATA CLASSICA

Tra le torri bolognesi, quella della Specola non è tra le più svettanti. Tuttavia, spicca per la sua importanza storia e scientifica. La Specola fu costruita tra il 1712 e il 1724 come Osservatorio Astronomino dell’Istituto delle Scienze. Fu proprio la funzione della torre a determinarne la struttura. L’architetto Giuseppe Antonio Torri, infatti, progettò la sua caratteristica cima ruotata in direzione dei punti cardinali, proprio per favorire le osservazioni astronomiche.

Durante il tour guidato, il pubblico avrà accesso alla Sala della Meridiana che prende il nome dalla meridiana a camera oscura da cui era possibile calcolare le effemeridi e l’orario della città.

Di grande importanza scientifica, la sezione dedicata a Guido Horn D’Arturo, direttore dell’Osservatorio dal 1921 al 1954 e padre dell’invenzione rivoluzionaria dello specchio a tasselli, un modello di specchio usato ancora oggi nella costruzione di telescopi terrestri e spaziali, tra cui per esempio il James Webb.

Oltre a strumentazione di tipo scientifico che comprende telescopi, quadranti e sfere armillari, il Museo della Specola vanta anche delle collezioni in cui arte, scienza e tecnica trovano un punto d’incontro, come nella serie di stampe astronomiche seicentesche dell’artista e scienziata Maria Clara Eimmart, una collezione di globi terrestri e celesti risalenti al XVII e al XVIII secolo, due mappe cinesi del Seicento e una serie di strumenti nautici, tra cui due mappe del Cinquecento.

Al termine della salita lungo la caratteristica scala a chiocciola, si potrà godere di una suggestiva vista a 360° sulla città.

SEDE: Museo della Specola – Via Zamboni, 33 – 40126 Bologna

DATE: dal martedì alla domenica. È possibile consultare gli orari e acquistare il biglietto QUI

N.B. La salita alla Torre impone al visitatore un notevole impegno tenendo conto che la scala è composta da 272 gradini. L’ingresso è pertanto fortemente sconsigliato a persone sofferenti di cuore, vertigini e claustrofobia. Per motivi di sicurezza, l’accesso alla Torre non è consentito alle persone con ridotte o impedite capacità motorie

 

 

COLLEZIONE DI GEOLOGIA “MUSEO GIOVANNI CAPELLINI”

ALLA SCOPERTA DEL MONDO DEI DINOSAURI

Torniamo indietro nel tempo, all’Era Mesozoica, per scoprire quanto il nostro pianeta Terra fosse diverso da come lo conosciamo oggi. Osservando i resti fossili, scopriremo da chi erano popolati i mari, chi solcava i cieli e ci troveremo faccia a faccia con i dominatori indiscussi delle terre emerse: i dinosauri.

SEDE: Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini” – Via Zamboni, 63 – 40126 Bologna

TIPOLOGIA: visita guidata tematica per adulti e famiglie con bambini da 6 anni in su

DATE:

COM’ERA PROFONDO IL MARE

Se vi dicessimo che tre milioni di anni fa a Bologna c’era un mare popolato anche da balene, cosa ne pensereste?

Ripercorrendo alcuni momenti della storia della nostra penisola, scopriremo i cambiamenti ambientali che l’hanno modificata e osserveremo le testimonianze fossili delle antiche faune marine. Vi faremo conoscere una ricca raccolta di cetacei fossili, squali, razze e altri pesci provenienti da importanti giacimenti – come quello di Bolca – e persino di rettili marini.

SEDE: Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini” – Via Zamboni, 63 – 40126 Bologna

DATE:

 

GLI ANIMALI DELL’ERA GLACIALE

Un viaggio che racconta le oscillazioni climatiche avvenute nel corso dell’ultima glaciazione e di come i fossili ne siano testimonianza. Durante la nostra esplorazione osserveremo gli scheletri di animali come il mastodonte, il mammut, l’orso delle caverne e la tigre dai denti a sciabola.

SEDE: Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini” – Via Zamboni, 63 – 40126 Bologna

TIPOLOGIA: visita guidata tematica consigliata per famiglie con bambini da 7 a 10 anni

DATE:

 

ORTO BOTANICO ED ERBARIO 

L’ORTO DEL GIORNO

Dopo un’introduzione storica all’Orto Botanico, ne visitiamo vari settori, concentrandoci sugli aspetti stagionali. In estate possiamo ammirare le fioriture del periodo, ma non solo! Nello stagno e nelle vasche le piante acquatiche e palustri sono in pieno rigoglio. Frutti in vari stadi di maturazione completano il quadro della stagione.    

SEDE: Orto Botanico ed Erbario -Via Irnerio, 42 – 40126 Bologna

TIPOLOGIA: visita guidata tematica per adulti e bambini dai 6 anni in su, accompagnati da un adulto

NOTE: per le attività in Orto Botanico consultare le indicazioni generali presenti in fondo alla pagina*

DATE:

 

*NOTE PER LE ATTIVITÀ IN ORTO BOTANICO

L’attività si tiene completamente all’aperto: in caso di pioggia e/o vento forte, viene annullata.

Si consigliano abbigliamento e calzature adeguati alle condizioni meteorologiche (cappello per il sole, giacca in caso di maltempo…) e alla possibilità di erba bagnata.

In Orto Botanico è presente la zanzara tigre: si suggeriscono repellente per insetti, scarpe chiuse e calzoni lunghi.

All’interno dell’Orto Botanico non è consentito raccogliere alcuna parte di pianta (fiori, frutti, foglie, semi…), e neppure materiale già caduto a terra. Si ricorda che sono presenti anche piante velenose per ingestione e per contatto.

Il programma di visite guidate è stato progettato in collaborazione con Open Group Cooperativa Sociale.