Sospesi tutti gli eventi sino al 3 Aprile 2020

Mostra degli Agrumi: sino al 15 Marzo con laboratori gratuiti per bambini
20 Febbraio, 2020
Coronavirus: come spiegarlo ai bambini
25 Febbraio, 2020

Sospesi tutti gli eventi sino al 3 Aprile 2020

Altro

24 Febbraio, 2020 a 3 Aprile, 2020

Age Range

da 0 a 99 anni

    In ottemperanza del decreto firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per il “contrasto e contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19” tutti gli eventi per il pubblico sono sospesi fino a Venerdì 3 Aprile

    👋 Continuate a seguirci qui e sul nostro sito per ulteriori aggiornamenti.

    Deciso lo stop per un mese (fino al 3 aprile) di eventi e manifestazioni di qualsiasi natura e in ogni luogo (pubblico e privato) che possono rappresentare un rischio di infezione per troppa presenza di pubblico e impossibilità di garantire la distanza di sicurezza di 1 metro.
    Le misure del decreto di oggi si integrano con le disposizioni decise domenica scorsa.
    Ci sono infine importanti novità per gli anziani (dai 65 anni in su): è espressa la raccomandazione di non uscire di casa fino al 3 aprile se non per stretta necessità.

    COSA E’ SOSPESO

    L’attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle Università.
    I corsi professionali.
    Cinema, teatri, discoteche/sale da ballo.
    Trasferte di tifosi in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna e nelle province di Pesaro-Urbino e Savona.
    Musei e luoghi culturali A MENO CHE ASSICURINO:
    Fruizione contingentata / no assembramenti di persone (numero limitato di utenti) tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico.
    il rispetto della distanza di almeno un metro tra visitatori.

    Viaggi di istruzione.
    Scambi e gemellaggi.
    Visite guidate programmate dalle scuole.
    I congressi, le riunioni e i meeting e gli eventi sociali che coinvolgono il personale medico e di pubblica utilità (compresi i Comuni).
    Rinviati a dopo il 15 marzo tutti gli altri convegni e congressi manifestazioni ed eventi di ogni natura, in luogo pubblico e privato, che creino un affollamento tale da far mancare il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato.

    COSA FUNZIONA

    Ristoranti, bar e pub A CONDIZIONE CHE:
     il servizio sia fatto solo per i posti a sedere.
    I clienti siano nelle condizioni di stare a distanza di almeno un metro tra loro (la distanza di un braccio steso).

    Tutte le altri attività commerciali A CONDIZIONE CHE:
    Consentano accesso ai locali Fruizione contingentata / no assembramenti di persone (cioè numero limitato di utenti dentro agli spazi) tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico.
    Mantengano la distanza di un metro tra visitatori.

    Mercati ordinari.
    Luoghi di culto A CONDIZIONE CHE:
    Evitino assembramenti di persone tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti ai frequentatori.
    Mantengano la distanza di un metro tra frequentatori.

    Musei e luoghi culturali SOLO A CONDIZIONE CHE assicurino:
    Pubblico contingentato / No assembramento di persone (sulla base della dimensione e delle caratteristiche di locali aperti al pubblico).
    il mantenimento di 1 metro di distanza tra i visitatori.

    Eventi e competizioni sportive e le sedute di allenamento DEGLI ATLETI AGONISTI in impianti sportivi utilizzati a PORTE CHIUSE e COMUNQUE OCCORRE CHE
    Associazioni e società sportive con i loro medici facciano controlli per contenere la diffusione del virus tra atleti, tecnici, dirigenti e accompagnatori.

    Lo sport di base e le attività motorie ALL’APERTO O ALL’INTERNO di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo SOLO SE:
    è possibile mantenere in ogni contatto sociale la distanza di 1 metro .

    Le attività formative a DISTANZA.

    🙌OBBLIGHI🙌

    La riammissione a scuola e nei servizi educativi (nidi e materne) per assenze dovute a MALATTIE INFETTIVE per più di 5 GIORNI richiede il certificato medico.
    chi accompagna un paziente al PRONTO SOCCORSO, in ACCETTAZIONE, nei dipartimenti EMERGENZE non può stare nelle sale d’attesa (salvo altre indicazioni del personale sanitario).
    L’afflusso di PARENTI e VISITATORI presso case protette, strutture di ospitalità e lungo degenza, strutture per anziani autosufficienti e non, è limitato ai casi decisi dalla Direzione sanitaria della struttura.

    Chi è stato in Cina o nei comuni lombardi e veneti di:
    📍Bertonico
    📍Casalpusterlengo
    📍Castiglione d’Adda
    📍Codogno
    📍Fombio
    📍Maleo
    📍San Fiorano
    📍Somaglia
    📍Terranova dei Passerini
    📍
    deve avvisare il suo medico di famiglia/pediatra (oppure contattare il numero predisposto dalla Regione Emilia Romagna 800.033.033).

    PRINCIPALI MISURE DI PREVENZIONE

    📣🆘EVITARE abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona.
    📣🆘Raccomandazione per chi ha dai 65 anni in su, persone affette da PATOLOGIE CRONICHE, IMMUNODEPRESSI di:
    evitare di uscire di casa se non in caso di necessità.
    evitare comunque luoghi affollati dove non si può mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro.

    📣🆘Esposizione delle misure di prevenzione igienico-sanitarie negli ambienti di maggior transito e affollamento in:
    nidi e materne
    Scuole di ogni ordine e grado
    Università
    negli uffici delle Amministrazioni pubbliche

    📣🆘Liquidi disinfettanti per le mani:
    nelle pubbliche amministrazioni
    nelle aree di accesso alle strutture sanitarie (ambulatori, ospedali ecc.)
    in tutti i locali aperti al pubblico (compresi negozi e pubblici esercizi)
    Sanificazione dei mezzi pubblici (a cura delle aziende del trasporto pubblico)